Subscribe to our newsletter

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam
[contact-form-7 404 "Not Found"]

Dona ora

Puoi sostenere Parole in Movimento Onlus con:

5x1000

Con una semplice firma devolvi il infatti il tuo 5×1000 dell’IRPEF per sostenere i progetti della nostra Associazione.

Basta firmare nel riquadro del modello 730 o Unico o CUD “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c. 1, lett a), del D.Lgs. n. 460 del 1997” indicando il codice fiscale di Parole in Movimento Onlus: 09313380017

Sostenere la nostra associazione è semplice e gratuito; puoi divulgare questa iniziativa stampando la cartolina (che puoi scaricare qui) e regalandola alle persone a te care.

5x1000

5x1000

Con una semplice firma devolvi il infatti il tuo 5×1000 dell’IRPEF per sostenere i progetti della nostra Associazione.

Basta firmare nel riquadro del modello 730 o Unico o CUD “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c. 1, lett a), del D.Lgs. n. 460 del 1997” indicando il codice fiscale di Parole in Movimento Onlus: 09313380017

Sostenere la nostra associazione è semplice e gratuito; puoi divulgare questa iniziativa stampando la cartolina (che puoi scaricare qui) e regalandola alle persone a te care.

5x1000

Donazioni

Se invece vuoi sostenere il nostro operato con un’azione diretta, lo puoi fare con una donazione effettuando un versamento sul conto corrente:

Parole in Movimento Onlus
IBAN: IT30N0335901600100000139272

Le donazioni fatte a Parole in Movimento Onlus sono detraibili o deducibili dal tuo reddito.

Scarica il prospetto con le informazioni dettagliate

Gli oneri sostenuti dal contribuente per le erogazioni liberali in denaro sono detraibili dall’IRPEF nella misura del 30% per un importo complessivo in ciascun periodo d’imposta non superiore a 30.000,00 euro.

Al fine di beneficiare della detrazione IRPEF, il versamento delle erogazioni liberali in denaro deve essere eseguito tramite banche o uffici postali o altri sistemi di pagamento previsti dall’art. 23 del DLgs. 241/97.

Le erogazioni liberali eseguite dalle persone fisiche, gli enti e le società sono deducibili dal reddito complessivo netto del soggetto erogatore nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato. Se la deduzione è superiore al reddito complessivo dichiarato, diminuito di tutte le deduzioni, l’eccedenza può essere computata in aumento dell’importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il quarto, o fino a concorrenza del suo ammontare.

Donazioni

Se invece vuoi sostenere il nostro operato con un’azione diretta, lo puoi fare con una donazione effettuando un versamento sul conto corrente:

Parole in Movimento Onlus
IBAN: IT30N0335901600100000139272

Le donazioni fatte a Parole in Movimento Onlus sono detraibili o deducibili dal tuo reddito.

Scarica il prospetto con le informazioni dettagliate

Gli oneri sostenuti dal contribuente per le erogazioni liberali in denaro sono detraibili dall’IRPEF nella misura del 30% per un importo complessivo in ciascun periodo d’imposta non superiore a 30.000,00 euro.

Al fine di beneficiare della detrazione IRPEF, il versamento delle erogazioni liberali in denaro deve essere eseguito tramite banche o uffici postali o altri sistemi di pagamento previsti dall’art. 23 del DLgs. 241/97.

Le erogazioni liberali eseguite dalle persone fisiche, gli enti e le società sono deducibili dal reddito complessivo netto del soggetto erogatore nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato. Se la deduzione è superiore al reddito complessivo dichiarato, diminuito di tutte le deduzioni, l’eccedenza può essere computata in aumento dell’importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il quarto, o fino a concorrenza del suo ammontare.